American Horror Story: Coven – “The Secret Taking”

relax, weh're sharing him remember

E’ andata in onda ieri sera l’ottava puntata di American Horror Story: Coven. Tentati omicidi, sparatorie, mutilazioni e tanto, tanto, altro che vi farà perdere la testa per uno dei migliori episodi della stagione.

ahs1L’episodio comincia subito con il chiarire la posizione di Queenie, divisa tra il mondo del vodoo e quello della magia. Non ci vuole molto a capire quale sia stata la sua scelta: Zoe, Nan e Madison la guardano infilare una mano nel petto di un vagabondo per strappargli il cuore su ordine di Marie Laveau. E Queenie non si ferma qui, ma chiarisce anche che:

Questa città non è grande abbastanza per noi (vodoo e streghe). Sta per scoppiare una guerra, e voi perderete.

ahs8Saputa la notizia, Cordelia non sembra molto disperata (“Queenie è morta per me”), forse perché molto occupata con la progettazione della morte di sua madre. Le streghe stanno complottando quando Misty arriva in preda al panico raccontando di essere stata assalita da un assassino misterioso a cui è riuscita a scappare solo grazie alla resuscitata Myrtle. Entrambe sono accolte nella Congrega e Myrtle afferma di essere convinta che Misty sia la prossima Supreme. Le streghe organizzano allora il Secret Taking, una cerimonia con la quale si accelera la venuta della nuova Supreme uccidendo quella vecchia. Il piano sembra quasi riuscire: ingannata da Madison e Myrtle, Fiona ingurgita diverse pillole per porre fine alla sua esistenza, ma per l’ennesima volta viene salvata da Spalding, che pure da morto c’ha le fette di prosciutto sugli occhi e il vestito da principessa sotto la divisa.

Nella casa affianco, nel frattempo, Joan (Patti LuPone) è intenzionata a punire il figlio Luke, che ha avuto l’audacia di entrare nella casa del Diavolo, facendogli una bella lavata… al colon.  Nan avverte le sofferenze del suo adorato e corre ad aiutarlo, ma proprio quando stanno per fuggire insieme verso una nuova vita da fidanzati (Luke, ti sei guadagnato il titolo di tesorino della stagione, battendo Frankestein che impara a dire “ti amo” come prima cosa), vengono scoperti dalla madre disturbata che fa giusto in tempo a chiamare la polizia per denunciare Nan prima di essere sparata e morire. A sparare è ovviamente Hank, marito di Cordelia, nonché cacciatore di streghe. Il suo obiettivo è Nan, ma la ragazza sfugge alla morte grazie al salvataggio di Luke che prende la pallottola al suo posto. Il ragazzo alla fine dell’episodio è ancora vivo, ma viene portato all’ospedale in condizioni critiche. Joan, invece e per fortuna, viene resuscitata da Misty su esortazione di Fiona, curiosa di vedere la strega all’opera. Che problema ha Joan? Cosa nasconde questa fanatica religiosa? Sono molto curioso, ma torniamo al riassunto. Cordelia trova un bossolo delle pallottole usate dal marito e scopre la verità, ammettendo alla madre di essere felice che non sia morta, perché avranno bisogno di lei contro questa nuova minaccia. La madre, per contro, ammette di essere orgogliosa della figlia per il modo in cui ha orchestrato il suo omicidio, dimostrando “carattere”. (“A saperlo, avrei provato ad ucciderti anni fa” dice Cordelia). L’episodio finisce con un bel pacco regalo recapitato alla Scuola. Cordelia e Fiona lo aprono scoprendo con loro orrore – e mio grande divertimento – che nella scatola altro non c’è che la testa decapitata e ancora molto viva di Delphine.

ahs11

Il LOL della puntata spetta a Myrtle, che rispondendo alla domanda di Nan su come abbia fatto a far ricrescere così in fretta i suoi capelli, risponde:

Oh, cara. Sono anni che compro all’ingrosso dalla Corea del Nord.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...